Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022

Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022. Recensione di RUNWAY RIVISTA.

"È un profondo falso di una sfilata di moda", ha affermato Demna Gvasalia, direttore artistico di Balenciaga. Il suo video ultra high-tech per la sua collezione primavera 2022 “Balenciaga Clones”. “Quello che vediamo online non è quello che è. Cosa è vero e cosa è falso?"

Il video dello spettacolo è un'alta tecnologia, un prodotto di “effetti speciali”. Questo spettacolo non ha mai avuto luogo, e nessuno era "lì" e nessuno è "reale". "È uno spettacolo che non è mai successo", ha detto Gvasalia. “Ma i vestiti sono reali. Sono stati fatti".

La presentazione Primavera Estate 2022 di Balenciaga considera i nostri mutevoli sensi della realtà attraverso la lente della tecnologia. Vediamo il nostro mondo attraverso un filtro: perfezionato, lucidato, conformato, photoshoppato. Non decidiamo più tra inedito e alterato, genuino e contraffatto, tangibile e concettuale, fatto e finzione, falso e deepfake. La tecnologia crea realtà e identità alternative, un mondo di digital cloni.

Per illustrare questo concetto, ogni look della collezione Spring 22 è visto su Eliza Douglas, un'artista che ha aperto o chiuso ogni sfilata ed è apparsa nella maggior parte delle campagne degli ultimi anni. In un video diretto da Quentin Deronzier, Eliza appare come una serie di digital cloni, alcuni dei quali sono deepfake, o modelli con il volto di Eliza catturato dalla fotogrammetria e scansionato in CG digitally innestato.

Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

Alcuni look sono disegnati per illustrare la manipolazione artificiale usando oggetti di scena, come i copricapi di cotta di maglia in argento, oro, cromo e metallo arrugginito. I modelli marciano verso il basso un minimalista runway a una colonna sonora ispirata alla fantascienza composta da BFRND e una voce fuori campo dell'intelligenza artificiale che recita i testi di "La Vie En Rose". I processi di post-produzione del video includono il tracciamento planare, il rotoscoping, l'apprendimento automatico e la modellazione 3D, implementati per ottenere un effetto iperrealistico.

La stagione introduce una gamma di nuove forme e concetti indossabili e accessori funzionali, oltre ai prodotti di The Hacker Project, interpretazioni concettuali delle firme riconoscibili di Gucci come prodotti Balenciaga. The Hacker Project presenta pezzi che fondono i codici Gucci e Balenciaga House e, così facendo, esplora e mette in discussione le idee di autenticità, contraffazione e appropriazione all'interno dell'industria della moda. Ad esempio, un design d'archivio con monogramma di diamanti a doppia G viene trasformato in loghi a doppia B nell'iconica tavolozza tono su tono di Gucci su una varietà di articoli in pelle e accessori classici. La linea, che comprende anche borse in edizione limitata etichettate a mano con This Is Not a Gucci Bag, sarà nei negozi a partire da novembre 2021.

Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

La sartoria è decostruita e progettata per adattarsi al corpo in varie silhouette. Gli abiti sono rattoppati, drappeggiati e ultra pieghettati, formando forme simili a bozzoli in colori vivaci, fiori e stampe grafiche costituite da panoramiche dei prodotti Balenciaga che imitano le icone sul desktop di un computer. I cappotti a portafoglio ricordano una classica costruzione a bozzolo di Balenciaga, ma con spille da balia su un lato e sfilacciate sull'orlo. Trench, abiti cappotto e bomber sono per lo più reversibili, conferendo allo stesso capo due funzioni estetiche.

Ognuno una firma Balenciaga, il parka e il piumino hanno maniche accorciate e colletti allungati che si alzano e si allontanano dal collo per sottolineare l'attitudine tipica di Balenciaga incorporata nella costruzione di quei capi. Un'altra nuova firma, la tuta, si vede in più stili e funzionalità. I pantaloni cargo tattici si trasformano in tute e pantaloni da raver in stile cyber gotico; le gonne in denim sono abbellite con cerchi e borchie in metallo, cerniere ottimizzate, tasche laterali e cinturini.

Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE
Cloni Balenciaga Primavera Estate 2022 di RUNWAY MAGAZINE

Le stampe grafiche fanno riferimento a temi di autenticità, come un quadrato bianco che legge Your Ad Here su un numero di hotline. Il davanti di strass di una felpa con cappuccio dice Bébé (riferendosi al modo francese di pronunciare il logo della doppia B di Balenciaga e anche a significare babe); un'altra felpa con cappuccio, che si legge No Comment, parla da sé nel suo significato; ancora un altro raffigura la famiglia Simpson vestita con capi Balenciaga riconoscibili delle passate stagioni.

Sandali, décolleté e stivali fetish a stiletto sottolineano la forma delle dita dei piedi, stampate in morbida pelle di vitello. Scarpe ultra flat e décolleté assumono la forma di dita in materiale flessibile high-tech effetto carbonio. Le décolleté e gli stivali Blade sono definiti dalle loro linee super nitide. Balenciaga Crocs 2.0, la seconda collaborazione tra i due brand, vede il classico zoccolo trasformato in décolleté, stivali e scivoli da piscina con plateau. Gli stivali da soldato e le derby sono con suola spessa, punta quadrata e spigolosa su tutti i lati. Le sneakers Runner, introdotte nell'inverno 21, hanno un'estetica fai-da-te e ritagliata nella forma di una scarpa da corsa tradizionale.

Continuano una serie di interpretazioni moderne delle borse archetipiche sono il Mag Basket in pelle termoformata, la Fast Clutch in fibra di carbonio che ricorda la forma del packaging di un fast food, la Monday Shopper in morbida pelle di vitello stampata e la Hourglass Frame, che regola la forma iconica della borsa, donandole un volume più morbido e rotondo.

L'abbigliamento da sera è reinventato in un tailleur pantalone corsetto in mollettone, una varietà di abiti drappeggiati in spandex opaco e infine un abito da ballo in velluto elasticizzato rosso ispirato e in omaggio a Divine, l'iconico artista drag.